La ragazza, la pietra e il cavallo

Parabole e Illustrazioni per valori Istruzione

Sommario illustrazioni e Parabole

Essi dicono che, in un'occasione, entrò una ragazza nell'officina di uno scultore. Per lungo tempo, stava godendo di tutte le cose incredibili da officina: Scalpelli, martelli, pezzi di scarti sculture, bozzetti, busti, tronchi, ma ciò che più ha impressionato la ragazza era una pietra enorme in mezzo al workshop. Era un ruvido, pieno di lividi e ferite, irregolare, pietra, portato in un viaggio lungo e doloroso dalle montagne lontane. La ragazza stava accarezzando con gli occhi la pietra e, dopo un po', partì. Restituito la ragazza al workshop di pochi mesi e fu sorpreso che, anziché la pietra enorme, si trovava un bel cavallo che sembrava desideroso di sbarazzarsi della fissità della statua e mettere un galoppo. La ragazza è andato allo scultore e gli disse: come ha fatto si che all'interno di quella pietra nascondeva quel cavallo?
Educazione deriva da educere la parola latina, che significa ottenere all'interno. È un educatore che non vede in ogni studente la pietra ruvida e irregolare, vediamo gli altri, ma l'opera d'arte che nasconde all'interno di ciascuna di esse e capisce la sua missione come che aiuta a file i bordi grezzi, per guarire contusioni, che contribuisce a che si lavora e si rivela per essere meraviglioso per tutti noi al potere. Come cambiare il rapporto educativo se ogni insegnante è disposto contro i suoi studenti con la ferma convinzione che tutti sono vere opere d'arte, diversi, unici, meravigliosi! L'educatore ha una missione indispensabile dell'ostetrica della personalità dello scultore di cuori. Egli è colui che capisce e si assume l'importanza della sua missione, consapevoli che essa non termina con insegnare o agevolare lo sviluppo di determinate competenze e abilità, ma è diretto a formare persone, per insegnare come vivere con autenticità, con senso e progetto, con definiti valori, realtà, incognite e speranze. Spesso insegnare agli studenti ad apprezzare e ammirare le opere di pittori e scultori, capolavori letterari, le meraviglie della scienza... Va bene, ma non dimentichiamo di insegnare loro che ciascuno di essi è un'opera d'arte infinitamente più bella che tutti i capolavori di artisti.
Questo sì capito bene quel ragazzo che ha chiesto il suo insegnante ha chiesto a suoi studenti di dirgli un prodigio o qualcosa di meraviglioso che esistevano vent'anni fa, ha risposto: io, insegnante.
Articolo tradotto per scopi didattici