Significato e Definizione del valore nominale

Il valore nominale è uno che emette un titolo o valore, e il cui ammontare è scritto in esso.
Come valore informativo, il valore nominale è un numero contenuto in un titolo o un'azione per conto l'importo che un'entità riconosce in particolare hanno ricevuto in cambio lo stesso. Il valore nominale può essere o non corrisponde al valore efficace o il prezzo di emissione, ma sì è incluso come un numero invariabile in un valore di titolo ed è considerato un virtuale o riferimento di prezzo che viene assegnato dal proprietario o la persona fisica o giuridica che lo ha emesso. Per l'economia, è un valore nominale che appare sul certificato di un certo valore di reddito fisso, come può essere un bonus o un mutuo e che rappresenta l'importo dovuto al momento della scadenza dello stesso.
Al contrario, di conseguenza, il valore reale è che riconosce l'effetto dell'inflazione sul titolo o azione e imposta un nuovo costo per lo stesso.
Il valore nominale può essere variabile a seconda di che cosa è valore, ma per esempio, un titolo di mobili è quella a cui è stato originariamente rilasciato. In altri casi, quali la valutazione di un'economia in generale, una svalutazione è il deprezzamento del valore nominale della moneta di un paese contro quelli di altri paesi stranieri. L'opposto sarebbe la rivalutazione del tasso di cambio della valuta nazionale. Mentre la moneta in questione ha un valore di riferimento, è influenzato da alti e bassi dell'economia e pertanto viene alterata positivamente o negativamente.
Altri valori considerati dall'economia corrente netta nominale la corrente, l'iniziale maiuscola, composto, ragioniere, l'aftermarket, prima classe, del reddito fisso, il valore netto o netto, il residuo o recupero ed altri.

Articolo contribuito dal team di collaboratori.