Studio della "Torre di Guardia": Testi biblici | Settimana del 2-8 novembre 2015

La nostra coscienza è una guida fidata?: Testi biblici per studio personale


02/11/2015 (w 15/09/2015)

[ 2 ]

(Romani 2:14-15) 14 Poiché tutte le volte che quelli delle nazioni che non hanno legge fanno per natura le cose della legge, questi, benché non abbiano legge, sono legge a se stessi. 15 Essi sono i medesimi che dimostrano come la sostanza della legge sia scritta nei loro cuori, mentre la loro coscienza rende testimonianza con loro e, nei loro propri pensieri, sono accusati oppure scusati.

[ 3 ]

(1 Timoteo 1:5) 5 Realmente l’obiettivo di questo mandato è l’amore da un cuore puro e da una buona coscienza e dalla fede senza ipocrisia.

[ 6 ]

(Proverbi 23:20) 20 Non essere fra gli smodati bevitori di vino, fra quelli che sono ghiotti mangiatori di carne.
(2 Corinti 7:1) 7 Poiché abbiamo queste promesse, diletti, purifichiamoci dunque da ogni contaminazione di carne e di spirito, perfezionando la santità nel timore di Dio.

[ 7 ]

(Galati 6:5) 5 Poiché ciascuno porterà il proprio carico.
(Atti 15:29) 29 che vi asteniate dalle cose sacrificate agli idoli e dal sangue e da ciò che è strangolato e dalla fornicazione. Se vi asterrete attentamente da queste cose, prospererete. State sani!”

[ 8 ]

(Proverbi 14:15) 15 Chiunque è inesperto ripone fede in ogni parola, ma l’accorto considera i suoi passi.
(Filippesi 4:5) 5 La vostra ragionevolezza divenga nota a tutti gli uomini. Il Signore è vicino.
(Filippesi 2:4) 4 guardando con interesse personale non solo alle cose vostre, ma anche con interesse personale a quelle degli altri.
(Filippesi 1:10) 10 perché vi accertiate delle cose più importanti, affinché siate senza difetto e non facciate inciampare altri fino al giorno di Cristo,

[ 9 ]

(Romani 14:5) 5 Un [uomo] giudica un giorno più di un altro; un altro giudica un giorno come tutti gli altri; ciascuno sia pienamente convinto nella sua propria mente.
(Romani 14:13) 13 Perciò non giudichiamoci più gli uni gli altri, ma sia piuttosto questa la vostra decisione, di non mettere davanti al fratello pietra d’inciampo o causa per incespicare.
(Romani 14:15) 15 Poiché se a causa del cibo il tuo fratello è addolorato, tu non cammini più secondo l’amore. Non rovinare per il tuo cibo uno per il quale Cristo morì.
(Romani 14:19-20) 19 Così, dunque, perseguiamo le cose che contribuiscono alla pace e le cose che sono reciprocamente edificanti. 20 Smettete di abbattere l’opera di Dio per amore del cibo. Certo, tutte le cose sono pure, ma è dannoso per l’uomo che mangia [dando] occasione d’inciampo.

[ 10 ]

(1 Corinti 8:11-12) 11 Realmente, dalla tua conoscenza, viene rovinato l’uomo che è debole, il [tuo] fratello per amore del quale Cristo morì. 12 Ma quando voi peccate così contro i vostri fratelli e ferite la loro coscienza che è debole, peccate contro Cristo.

[ 11 ]

(Ecclesiaste 3:4) 4 un tempo per piangere e un tempo per ridere; un tempo per fare lamento e un tempo per saltare;

[ 12 ]

(Galati 5:19-21) 19 Ora le opere della carne sono manifeste, e sono fornicazione, impurità, condotta dissoluta, 20 idolatria, pratica di spiritismo, inimicizie, contesa, gelosia, accessi d’ira, contenzioni, divisioni, sette, 21 invidie, ubriachezze, gozzoviglie e simili. Circa queste cose vi preavverto, come già vi preavvertii, che quelli che praticano tali cose non erediteranno il regno di Dio.

[ 13 ]

(1 Timoteo 4:8) 8 Poiché l’addestramento corporale è utile per un poco; ma la santa devozione è utile per ogni cosa, giacché ha la promessa della vita d’ora e di quella avvenire.
(Proverbi 13:20) 20 Chi cammina con le persone sagge diverrà saggio, ma chi tratta con gli stupidi se la passerà male.

[ 14 ]

(Romani 14:2-4) 2 Un [uomo] ha fede di mangiare di tutto, ma chi è debole mangia [cibi] vegetali. 3 Colui che mangia non disprezzi colui che non mangia, e colui che non mangia non giudichi colui che mangia, poiché Dio l’ha accolto. 4 Chi sei tu da giudicare il domestico di un altro? Egli sta in piedi o cade al suo proprio signore. In realtà, sarà fatto stare in piedi, poiché Geova può farlo stare in piedi.

[ 15 ]

(Matteo 6:33) 33 “Continuate dunque a cercare prima il regno e la Sua giustizia, e tutte queste [altre] cose vi saranno aggiunte.

[ 16 ]

(1 Corinti 9:16) 16 Se, ora, io dichiaro la buona notizia, non è per me ragione di vanto, poiché necessità me n’è imposta. Realmente, guai a me se non dichiarassi la buona notizia!
(2 Corinti 4:2) 2 ma abbiamo rinunciato alle cose subdole di cui c’è da vergognarsi, non camminando con astuzia, né adulterando la parola di Dio, ma rendendo la verità manifesta, raccomandandoci ad ogni coscienza umana dinanzi a Dio.

Clicca sull'immagine per Scaricare informazioni complete in file digitale per Computer desktop, Laptop, Tablet, Mobile & Smartphone

Scarica le informazioni per Studio personale per Computer desktop, Laptop, Tablet, Mobile & Smartphone

Scarica le informazioni per Studio personale per Computer desktop, Laptop, Tablet, Mobile & Smartphone