Passa ai contenuti principali

Studio della "Torre di Guardia": Testi biblici | Settimana del 12-18 ottobre 2015

Prepariamoci ora per vivere nel nuovo mondo: Testi biblici per studio personale


12/10/2015 (w 15/08/2015)

[ 1 ]

(1 Timoteo 6:12) 12 Combatti l’eccellente combattimento della fede, afferra fermamente la vita eterna per cui fosti chiamato e facesti l’eccellente dichiarazione pubblica di fronte a molti testimoni.
(1 Timoteo 6:19) 19 tesoreggiando sicuramente per se stessi un eccellente fondamento per il futuro, perché afferrino fermamente la vera vita.
(Isaia 35:5-6) 5 In quel tempo gli occhi dei ciechi saranno aperti, e i medesimi orecchi dei sordi saranno sturati. 6 In quel tempo lo zoppo salterà proprio come fa il cervo, e la lingua del muto griderà di gioia. Poiché nel deserto saranno sgorgate le acque, e torrenti nella pianura desertica.
(Giovanni 5:28-29) 28 Non vi meravigliate di questo, perché l’ora viene in cui tutti quelli che sono nelle tombe commemorative udranno la sua voce 29 e ne verranno fuori, quelli che hanno fatto cose buone a una risurrezione di vita, quelli che hanno praticato cose vili a una risurrezione di giudizio.
(Atti 24:15) 15 e ho in Dio la speranza, che questi [uomini] pure nutrono, che ci sarà una risurrezione sia dei giusti che degli ingiusti.

[ 2 ]

(Matteo 6:9-10) 9 “Voi dovete dunque pregare così: “‘Padre nostro [che sei] nei cieli, sia santificato il tuo nome. 10 Venga il tuo regno. Si compia la tua volontà, come in cielo, anche sulla terra.
(Salmi 73:28) 28 Ma in quanto a me, avvicinarmi a Dio è bene per me. Nel Sovrano Signore Geova ho posto il mio rifugio, Per dichiarare tutte le tue opere.
(Giacomo 4:8) 8 Accostatevi a Dio, ed egli si accosterà a voi. Mondate le vostre mani, o peccatori, e purificate i vostri cuori, o indecisi.

[ 3 ]

(Matteo 19:25-26) 25 Udito ciò, i discepoli espressero grandissima sorpresa, dicendo: “Chi può realmente essere salvato?” 26 Guardandoli in faccia, Gesù disse loro: “Questo è impossibile agli uomini, ma a Dio ogni cosa è possibile”.

[ 5 ]

(Geremia 10:23) 23 So bene, o Geova, che non appartiene all’uomo terreno la sua via. Non appartiene all’uomo che cammina nemmeno di dirigere il suo passo.

[ 7 ]

(Ebrei 13:17) 17 Siate ubbidienti a quelli che prendono la direttiva fra voi e siate sottomessi, poiché essi vigilano sulle vostre anime come coloro che renderanno conto, affinché facciano questo con gioia e non sospirando, poiché questo sarebbe dannoso per voi.
(Numeri 26:52-56) 52 Dopo ciò Geova parlò a Mosè, dicendo: 53 “A questi si deve ripartire il paese per eredità secondo il numero dei nomi. 54 Conforme al gran numero devi aumentare l’eredità, e conforme al piccolo numero devi ridurre l’eredità. A ciascuno si deve dare l’eredità in proporzione ai suoi registrati. 55 Il paese dev’essere ripartito solo a sorte. Conforme ai nomi delle tribù dei loro padri devono ottenere un’eredità. 56 Secondo la determinazione della sorte l’eredità dev’essere ripartita fra i molti e i pochi”.
(Giosuè 14:1-2) 14 Ora questo è ciò che i figli d’Israele presero come possedimento ereditario nel paese di Canaan, che Eleazaro il sacerdote e Giosuè figlio di Nun e i capi dei padri delle tribù dei figli d’Israele fecero loro ereditare. 2 La loro eredità fu a sorte, proprio come Geova aveva comandato per mezzo di Mosè per le nove tribù e la mezza tribù.

[ 8 ]

(Proverbi 10:22) 22 La benedizione di Geova, questo è ciò che rende ricchi, ed egli non vi aggiunge nessuna pena.
(Neemia 8:10) 10 Ed egli diceva loro: “Andate, mangiate le cose grasse e bevete le cose dolci, e mandate porzioni a colui per il quale non è stato preparato nulla; poiché questo giorno è santo al nostro Signore, e non vi contristate, poiché la gioia di Geova è la vostra fortezza”.

[ 9 ]

(Romani 12:15) 15 Rallegratevi con quelli che si rallegrano; piangete con quelli che piangono.
(Ecclesiaste 7:8) 8 È meglio la fine di poi di una faccenda che il suo principio. È meglio chi è paziente che chi è di spirito superbo.

[ 10 ]

(Proverbi 4:18) 18 Ma il sentiero dei giusti è come la fulgida luce che risplende sempre più finché il giorno è fermamente stabilito.
(Giovanni 16:12) 12 “Ho ancora molte cose da dirvi, ma non siete in grado di sostenerle al presente.

[ 11 ]

(Atti 24:15) 15 e ho in Dio la speranza, che questi [uomini] pure nutrono, che ci sarà una risurrezione sia dei giusti che degli ingiusti.
(Colossesi 3:12-14) 12 Conformemente, come eletti di Dio, santi ed amati, rivestitevi dei teneri affetti di compassione, benignità, modestia di mente, mitezza e longanimità. 13 Continuate a sopportarvi gli uni gli altri e a perdonarvi liberalmente gli uni gli altri se qualcuno ha motivo di lamentarsi contro un altro. Come Geova vi perdonò liberalmente, così fate anche voi. 14 Ma, oltre a tutte queste cose, [rivestitevi d’]amore, poiché è un perfetto vincolo d’unione.

[ 12 ]

(Ebrei 2:5) 5 Poiché non agli angeli egli ha sottoposto la terra abitata avvenire, della quale parliamo.
(Ebrei 11:1) 11 La fede è la sicura aspettazione di cose sperate, l’evidente dimostrazione di realtà benché non vedute.

[ 13 ]

(Matteo 5:3) 3 “Felici quelli che si rendono conto del loro bisogno spirituale, poiché a loro appartiene il regno dei cieli.
(Salmi 37:4) 4 Inoltre, prova squisito diletto in Geova, Ed egli ti darà [secondo] le richieste del tuo cuore.
(Matteo 6:19-21) 19 “Smettete di accumularvi tesori sulla terra, dove la tignola e la ruggine consumano, e dove i ladri sfondano e rubano. 20 Piuttosto, accumulatevi tesori in cielo, dove né la tignola né la ruggine consumano, e dove i ladri non sfondano né rubano. 21 Poiché dov’è il tuo tesoro, là sarà anche il tuo cuore.

[ 16 ]

(Salmi 63:1-3) 63 O Dio, tu sei il mio Dio, continuo a cercarti. La mia anima ha veramente sete di te. Per te la mia carne si è indebolita [dalla brama] In una terra arida ed esausta, dove non c’è acqua. 2 Così ti ho contemplato nel luogo santo, Al vedere la tua forza e la tua gloria. 3 Poiché la tua amorevole benignità è migliore della vita, Le mie proprie labbra ti loderanno.
(Salmi 1:1-3) 1 Felice è l’uomo che non ha camminato nel consiglio dei malvagi, E non è stato nella via dei peccatori, E non si è seduto nel posto degli schernitori. 2 Ma il suo diletto è nella legge di Geova, E lègge sottovoce nella sua legge giorno e notte. 3 E certamente diverrà come un albero piantato presso ruscelli d’acqua, Che dà il suo proprio frutto nella sua stagione E il cui fogliame non appassisce, E ogni cosa che fa riuscirà.
(Isaia 58:13-14) 13 “Se in vista del sabato ritirerai il tuo piede in quanto a fare i tuoi propri diletti nel mio santo giorno, e realmente chiamerai il sabato uno squisito diletto, un [giorno] santo di Geova, un [giorno] che è glorificato, e realmente lo glorificherai anziché fare secondo le tue proprie vie, anziché trovare ciò che ti diletta e pronunciare una parola; 14 in tal caso proverai in Geova il tuo squisito diletto, e certamente ti farò cavalcare sugli alti luoghi della terra; e certamente ti farò mangiare del possedimento ereditario di Giacobbe tuo antenato, poiché la bocca di Geova stesso ha parlato”.

[ 17 ]

(Ecclesiaste 2:24) 24 Per l’uomo non c’è nulla di meglio che mangiare e in realtà bere e far vedere alla sua anima il bene a causa del suo duro lavoro. Ho visto anche questo, io stesso, che questo è dalla mano del [vero] Dio.
(Salmi 145:16) 16 Apri la tua mano E sazi il desiderio di ogni vivente.
(Matteo 6:33) 33 “Continuate dunque a cercare prima il regno e la Sua giustizia, e tutte queste [altre] cose vi saranno aggiunte.

Clicca sull'immagine per Scaricare informazioni complete in file digitale per Computer desktop, Laptop, Tablet, Mobile & Smartphone

Scarica le informazioni per Studio personale per Computer desktop, Laptop, Tablet, Mobile & Smartphone

Scarica le informazioni per Studio personale per Computer desktop, Laptop, Tablet, Mobile & Smartphone

I messaggi più visti

Tutte le favole di Esopo con lezioni e morale

Tutte le favole di Esopo con lezioni e morale - 393 favole Autore: Esopo


INDICE DI TUTTE LE FAVOLE:
01. Aquila, Raven e il pastore.
02. L'Aquila, la lepre e lo scarabeo.
03. taglio ala dell'Aquila e la volpe.
04. L'Aquila e la volpe.
05. L'Aquila e la freccia.
06. L'Aquila e i Galli.
07. le volpi sulle rive del fiume Meandro.
08. la volpe che è stata riempita il suo grembo.
09. la volpe e il biancospino
10. la volpe e il taglialegna.
11. la volpe e il serpente.
12. la volpe e i grappoli di uva.
13. la volpe e il coccodrillo.
14. la volpe e la Pantera.
15. la volpe e la scimmia incoronato re
16. la volpe e il cane.
17. la volpe e la scimmia discusso circa la sua nobiltà.
18. la volpe e il caprone nel pozzo.
19. la volpe con la coda tagliata.
20. la volpe che non aveva mai visto un leone.
21. la volpe e la maschera vuota.
22. la volpe e il labrador maschio.
23. la volpe e il granchio di mare.
24. la volpe e il corvo affamato.
25. la volpe e il corvo grida.
26. le vol…

10 più famosi templi greci

La più importante e diffusa costruzione tipo nell'antica Grecia era il tempio. I primi templi di pietra è apparso qualche volta durante l'inizio del VI secolo A.C. e cominciarono ad apparire in gran numero nel prossimo secolo. Lo scopo di un tempio greco era solito per ospitare una statua di culto o emblema. Religione non ha bisogno di persone raccogliere all'interno del tempio al culto, e loro templi furono principalmente monumenti agli dèi. La caratteristica più riconoscibile del tempio greco sono le colonne massicce. I greci usati tre tipi di colonne: il dorico, ionico e corinzio ordine.
Una panoramica dei più famosi templi greci trovati intorno al Mediterraneo.
10. tempio di Olympian Zeus
Flickr /caribb
Anche se solo alcune colonne rimangono del tempio di Zeus di Olimpia ad Atene non ci vuole molta immaginazione per capire che questo era un gigantesco tempio. La costruzione iniziò nel VI secolo A.C. durante il dominio dei tiranni ateniesi, che prevedeva la…

Chi erano gli Unni | Origine e storia.

Definizione: Chi eranogli Unni di Joshua J. Mark

Gli Unni erano una tribù nomade di cui l'origine è sconosciuta, ma, molto probabilmente, sono venuti da "da qualche parte tra il bordo orientale dei monti Altai" e il Mar Caspio, all'incirca moderno Kazakhstan (Kelly, 45). In primo luogo sono menzionati nelle fonti romane dallo storico Tacito nel 91 D.C. come vivente nella regione intorno al Mar Caspio e, in questo momento, non vengono citati come più di una minaccia a Roma rispetto a qualsiasi altra tribù barbariche. Nel tempo, questo avrebbe cambiato come Unni divennero uno dei principali contributori alla caduta dell'Impero romano, come loro invasioni delle regioni dell'Impero, che erano particolarmente brutale, incoraggiarono quello che è conosciuto come la grande migrazione (noto anche come il "vagare delle Nazioni) tra circa 376-476 CE. Questa migrazione di popoli, come l'Alani, Goti e Vandali, interrotto lo status quo della societ…