Studio della “Torre di Guardia” con testi biblici | Settimana del 21-27 settembre 2015

Questo è il nostro luogo di adorazione: Informazioni per studio personale


TESTI BIBLICI PER LO STUDIO


(Genesi 4:3, 4) E avvenne che dopo qualche tempo Caino portava dei frutti del suolo come offerta a Geova. 4 Ma in quanto ad Abele, anche lui portò dei primogeniti del suo gregge, perfino i loro pezzi grassi. Ora mentre Geova guardava con favore ad Abele e alla sua offerta,
(Genesi 8:20) E Noè edificava un altare a Geova e prendeva alcune di tutte le bestie pure e di tutte le creature volatili pure e offriva olocausti sull’altare.
(Genesi 12:7) Geova apparve ora ad Abramo e disse: “Darò questo paese al tuo seme”. Dopo ciò egli edificò là un altare a Geova, che gli era apparso.
(Genesi 26:25) Pertanto edificò lì un altare e invocò il nome di Geova e vi piantò la sua tenda, e i servitori di Isacco vi scavarono un pozzo.
(Genesi 35:1) 35 Dopo ciò Dio disse a Giacobbe: “Levati, sali a Betel e dimora là, e fa là un altare al [vero] Dio che ti apparve quando fuggivi lontano da Esaù tuo fratello”.
(Esodo 17:15) E Mosè edificava un altare e gli metteva nome Geova-Nissi,
(Esodo 25:8) Ed essi mi devono fare un santuario, poiché io devo risiedere in mezzo a loro.
(1 Re 8:27) “Ma dimorerà veramente Dio sulla terra? Ecco, i cieli, sì, il cielo dei cieli, essi stessi non ti possono contenere; quanto meno, quindi, questa casa che io ho edificato!
(1 Re 8:29) affinché i tuoi occhi siano aperti verso questa casa notte e giorno, verso il luogo di cui dicesti: ‘Lì sarà il mio nome’, per ascoltare la preghiera con la quale il tuo servitore prega verso questo luogo.
(Marco 6:2) Venuto il sabato, cominciò a insegnare nella sinagoga; e la maggior parte di quelli che ascoltavano erano stupiti e dicevano: “Dove ha preso quest’uomo queste cose? E perché sarebbe stata data a quest’uomo questa sapienza, e sarebbero tali opere potenti compiute dalle sue mani?
(Giovanni 18:20) Gesù gli rispose: “Io ho parlato al mondo pubblicamente. Ho sempre insegnato nella sinagoga e nel tempio, dove si radunano tutti i giudei; e non ho detto nulla in segreto.
(Atti 15:21) Poiché dai tempi antichi Mosè ha avuto di città in città quelli che lo predicano, perché è letto ad alta voce ogni sabato nelle sinagoghe”.
(Atti 12:12) E dopo aver considerato [la cosa], andò alla casa di Maria, la madre di Giovanni soprannominato Marco, dove parecchi erano radunati e pregavano.
(1 Corinti 16:19) Le congregazioni dell’Asia vi mandano i loro saluti. Aquila e Prisca insieme alla congregazione che è nella loro casa vi salutano di cuore nel Signore.

[ 2 ]

(Salmo 69:9) Poiché l’assoluto zelo per la tua casa mi ha divorato, E i medesimi biasimi di quelli che ti biasimano son caduti su di me.
(Giovanni 2:17) I suoi discepoli si ricordarono che è scritto: “Lo zelo per la tua casa mi divorerà”.
(2 Cronache 5:13) e avvenne che appena i trombettieri e i cantori furono come uno solo nel far udire un unico suono nel lodare e ringraziare Geova, e appena elevarono il suono con le trombe e con i cembali e con gli strumenti per il canto e con la lode a Geova, “poiché egli è buono, poiché la sua amorevole benignità è a tempo indefinito”, la casa stessa si riempì di una nuvola, la medesima casa di Geova,
(2 Cronache 33:4) Ed edificò altari nella casa di Geova, circa la quale Geova aveva detto: “Il mio nome sarà in Gerusalemme a tempo indefinito”.

[ 3 ]

(1 Corinti 10:21) Voi non potete bere il calice di Geova e il calice dei demoni; non potete partecipare alla “tavola di Geova” e alla tavola dei demoni.

[ 4 ]

(Ebrei 10:24, 25) E consideriamoci a vicenda per incitarci all’amore e alle opere eccellenti, 25 non abbandonando la nostra comune adunanza, come alcuni ne hanno l’abitudine, ma incoraggiandoci l’un l’altro e tanto più mentre vedete avvicinarsi il giorno.
(Salmo 22:22) Sicuramente dichiarerò il tuo nome ai miei fratelli; In mezzo alla congregazione ti loderò.

[ 5 ]

(1 Re 8:17) E Davide mio padre aveva a cuore di edificare una casa al nome di Geova l’Iddio d’Israele.

[ 7 ]

(Ecclesiaste 3:1) 3 Per ogni cosa c’è un tempo fissato, sì, un tempo per ogni faccenda sotto i cieli:

[ 8 ]

(Giovanni 2:13-17) Ora era vicina la pasqua dei giudei, e Gesù salì a Gerusalemme. 14 E trovò nel tempio quelli che vendevano bovini e pecore e colombe e i cambiavalute ai loro posti. 15 E fatta una sferza di corde, scacciò dal tempio tutti quelli che avevano pecore e bovini, e versò le monete dei cambiamonete e rovesciò le loro tavole. 16 E disse a quelli che vendevano le colombe: “Portate via di qua queste cose! Smettete di fare della casa del Padre mio una casa di mercato!” 17 I suoi discepoli si ricordarono che è scritto: “Lo zelo per la tua casa mi divorerà”.
(Neemia 13:7, 8) Quindi venni a Gerusalemme e notavo il male che Eliasib aveva commesso per Tobia, facendogli una sala nel cortile della casa del [vero] Dio. 8 E a me sembrò [una cosa] molto cattiva. Gettai dunque tutti i mobili della casa di Tobia fuori della sala da pranzo.

[ 10 ]

(2 Corinti 8:13-15) Poiché non voglio dire che sia facile per altri, ma difficile per voi; 14 ma che mediante un’uguaglianza il vostro avanzo supplisca proprio ora alla loro indigenza, perché il loro avanzo pure supplisca alla vostra indigenza, affinché ci sia un’uguaglianza. 15 Come è scritto: “Chi aveva molto non ebbe di più, e chi aveva poco non ebbe di meno”.

[ 11 ]

(Salmo 127:1) 127 A meno che Geova stesso non edifichi la casa, Non serve a nulla che vi abbiano lavorato duramente i suoi edificatori. A meno che Geova stesso non custodisca la città, Non serve a nulla che sia stata sveglia la guardia.

[ 12 ]

(Esodo 25:2) “Parla ai figli d’Israele, perché mi prendano una contribuzione: Da ogni uomo il cuore del quale lo inciti voi mi dovete prendere la contribuzione.
(2 Corinti 9:7) Ciascuno faccia come ha deciso nel suo cuore, non di malavoglia o per forza, poiché Dio ama il donatore allegro.

[ 13 ]

(1 Corinti 14:33) Poiché Dio non è [un Dio] di disordine, ma di pace. Come in tutte le congregazioni dei santi,
(1 Corinti 14:40) Ma ogni cosa abbia luogo decentemente e secondo disposizione.
(Rivelazione 19:8) Sì, le è stato concesso di adornarsi di lino fine, splendente e puro, poiché il lino fine rappresenta gli atti giusti dei santi”.

[ 14 ]

(Isaia 6:1-3) 6 Nell’anno che morì il re Uzzia, io, comunque, vedevo Geova, seduto su un trono alto ed elevato, e i lembi delle sue [vesti] riempivano il tempio. Serafini stavano al di sopra di lui. Ciascuno aveva sei ali. Con due si copriva la faccia, e con due si copriva i piedi, e con due volava. 3 E questo chiamò quello e disse: “Santo, santo, santo è Geova degli eserciti. La pienezza di tutta la terra è la sua gloria”.
(Rivelazione 11:18) Ma le nazioni si adirarono, e venne l’ira tua, e il tempo fissato di giudicare i morti, e di dare la ricompensa ai tuoi schiavi i profeti, e ai santi e a quelli che temono il tuo nome, i piccoli e i grandi, e di ridurre in rovina quelli che rovinano la terra”.

[ 15 ]

(Deuteronomio 23:14) Poiché Geova tuo Dio cammina dentro il tuo campo per liberarti e per abbandonarti i tuoi nemici; e il tuo campo dev’essere santo, affinché egli non veda nulla di indecente in te e certamente non si volga dall’accompagnarti.

[ 17 ]

(2 Re 12:4, 5) E Ioas diceva ai sacerdoti: “Tutto il denaro per le offerte sante che è portato alla casa di Geova, il denaro secondo cui ciascuno è tassato, il denaro per le anime secondo la valutazione individuale, tutto il denaro che a ciascuno viene in cuore di portare alla casa di Geova, 5 lo prendano i sacerdoti per sé, ciascuno dal suo conoscente; ed essi, da parte loro, riparino le crepe della casa dovunque si trovi una crepa”.
(2 Cronache 34:9-11) E venivano da Ilchia il sommo sacerdote e davano il denaro che era stato portato alla casa di Dio, che i leviti, i guardiani della porta, avevano raccolto dalla mano di Manasse ed Efraim e da tutto il resto d’Israele e da tutto Giuda e Beniamino e dagli abitanti di Gerusalemme. 10 Quindi [lo] misero in mano a quelli che facevano il lavoro i quali erano incaricati sulla casa di Geova. A loro volta quelli che facevano il lavoro, i quali erano attivi nella casa di Geova, lo devolvevano per accomodare e riparare la casa. 11 Lo diedero dunque agli artefici e agli edificatori per acquistare pietre squadrate e legname per le armature e per edificare con travi le case che i re di Giuda avevano ridotto in rovina.

[ 19 ]

(Giovanni 2:17) I suoi discepoli si ricordarono che è scritto: “Lo zelo per la tua casa mi divorerà”.

Clicca sull'immagine per Scaricare informazioni complete in file digitale per Computer, Tablet computer, Smartphone

Scarica le informazioni per Studio personale per Computer, Tablet computer, Smartphone

Scarica le informazioni per Studio personale per Computer, Tablet computer, Smartphone