Definizione di: Limite di una funzione | Concetto, significato e che cosa è: Limite di una funzione


Significati, definizioni, concetti di uso quotidiano
Il concetto di limite ha molteplici significati. Può essere una linea che separa due territori, da un estremo raggiunto dopo un po ' o una restrizione (o limitazione).
In matematica, un limite è di dimensioni fisse che approssima i termini di una sequenza di suite/infinito di quantità.
Funzione, d'altra parte, è un concetto che si riferisce alle varie domande. In questo caso, si discuterà di una funzione matematica (relazione f degli elementi di un insieme A con gli elementi di un insieme B).
Il limite di termine di una funzione viene utilizzato nel calcolo matematico e si riferisce alla vicinanza tra un valore e un punto. Ad esempio, se una funzione f ha un limite X su un punto t, ciò significa che il valore di f può essere tutto ciò che è vicino a X come desiderato, con punti sufficientemente vicino t ma diverso.
I limiti delle funzioni sono stati già analizzati nel XVII secolo, anche se la notazione moderna nacque nel XVIII secolo sulla base del lavoro di diversi specialisti. Si dice che Karl Weierstrass fu il primo matematico ad aver proposto una tecnica precisa, tra il 1850 e il 1860.
In breve, una funzione f con un limite di X t significa che questa funzione tende al suo limite X vicino a t, con f (x) come vicino X come possibile, ma così che x è diverso da t. Tuttavia, l'idea di prossimità non è molto preciso, motivo per cui una definizione formale richiede ulteriori elementi.
Tradotto per scopi didattici
Nota: Questa traduzione è fornita per scopi educativi e possa essere imprecise e inesatte.