Definizione di Anarchia | Concetto, significato e che cosa è Anarchia


Significati, definizioni, concetti di uso quotidiano

Anarchia è un concetto derivato dalla lingua greca e menziona l'assenza del potere pubblico. In una situazione del genere, la posizione dello stato diventa fragile, che è più in grado di esercitare il monopolio dell'uso della forza.
Anarchia, di conseguenza, si verifica quando un governo non riesce a far rispettare la legge nel suo territorio a causa di uno sconvolgimento politico, conflitto istituzionale o una crisi sociale. A volte, persone non conoscono nemmeno il potere del governo in questione, che gestisce il caos. Pertanto, la nozione di anarchia è anche usata in colloquiale come sinonimo per confusione, disordine o caos.
Esempi: "l'opposizione ha chiesto Presidente di utilizzare l'esercito per porre fine all'anarchia", "la gente è stanca di vivere sotto anarchia e senza regole chiare", "poiché il direttore ha rassegnato le dimissioni, questa scuola è diventato una vera anarchia."
L'anarchismo è la dottrina politica che difende l'anarchismo. Gli anarchici sono favorevoli ad una forma di organizzazione sociale che fornisce lo stato, nella misura in cui non credono la dominazione dell'uomo sull'uomo. A tal fine, essi incoraggiano le istituzioni formate dall'accordo sulla libera dei cittadini, senza uso di forza.
Il simbolo dell'anarchia è la lettera A, circondato da un cerchio. Questo cerchio rappresenta l'unità e l'equilibrio dell'ordine naturale, senza la necessità di un ordine verticale. La bandiera nera è un altro simbolo dell'anarchismo. Qui, il colore uniforme rappresenta l'unità e nero riflette la purezza dell'ideale perché non può sporcarsi o macchia.
Tradotto per scopi didattici