Cristianesimo | Enciclopedia di Storia Antica.

Nota: Questa traduzione è fornita per scopi educativi e potrebbe contenere errori o essere impreciso.

Definizione

clip_image037
(Dalla parola greca Xριστός, Khristos, "Cristo", letteralmente "unto") il cristianesimo è una religione monoteista basata sulla vita e gli insegnamenti di Gesù di Nazaret, come presentato nel Nuovo Testamento.
Seguaci della fede cristiana, conosciuta come cristiani, credono che Gesù è il figlio di Dio e il Messia profetizzato nella Hebrew Bible (la parte della scrittura comune al cristianesimo ed ebraismo). Il fondamento della teologia cristiana è espresso nelle prime credenze cristiane ecumeniche, che contengono attestazioni prevalentemente accettate dai seguaci della fede cristiana. Questi stato di professioni che Gesù ha sofferto, è morto da crocifissione, fu sepolto e resuscitò dai morti per aprire il cielo a coloro che credono in lui e fidarsi di lui per la remissione dei loro peccati (salvezza). Mantengono più ulteriormente che corporale di Gesù ascese al cielo dove le regole e regna con Dio Padre. La maggior parte delle denominazioni insegnano che Gesù sarà tornare a giudicare tutti gli esseri umani, vivi e morti e concede la vita eterna ai suoi seguaci. Egli è considerato il modello di una vita virtuosa e sia il rivelatore e l'incarnazione fisica di Dio. I cristiani chiamano il messaggio di Gesù Cristo il Vangelo ("buona notizia") e quindi fare riferimento ai primi resoconti scritti del suo ministero come Vangeli.
Il cristianesimo ha cominciato come una setta ebraica nel Mediterraneo orientale nel metà dei secolo D.C.. Suo sviluppo più in anticipo ha avuto luogo sotto la direzione dei dodici apostoli, in particolare Saint Peter e Paul l'Apostolo, seguita dai primi vescovi, quali i cristiani considerati i successori degli Apostoli.
Fin dall'inizio, i cristiani sono stati oggetto di persecuzione. Ciò ha comportato le punizioni, compresa la morte, per i cristiani come Stephen (atti 07.59) e James, figlio di Zebedeo (atti 12:2). Persecuzioni su larga scala seguita per mano delle autorità dell'Impero Romano, in primo luogo nell'anno 64 D.C., quando l'imperatore Nerone li accusò il grande incendio di Roma. Secondo la tradizione della Chiesa, era sotto la persecuzione di Nerone che primi dirigenti della chiesa Peter e Paul del Tarsus erano ogni martirizzato a Roma. Ulteriore diffusa persecuzioni contro la Chiesa si è verificato in nove successivi imperatori romani, più intensamente sotto Decius e Diocleziano. Da anno 150 D.C., insegnanti cristiani ha iniziato a produrre opere teologiche e si è scusato, volti a difendere la fede. Questi autori sono conosciuti come i padri della Chiesa, e studio di loro è chiamato patristica. Ignazio di Antiochia, Policarpo, Justin Martyr, Ireneo, Tertulliano, Clemente Alessandrino e Origene includono notevoli primi padri.
Stato di persecuzione cessata nel IV secolo D.C., quando Licinio, chi controllava la parte orientale dell'Impero romano al tempo e un editto di tolleranza (il "Editto di Milano") di Costantino nel 313 CE. Il 27 febbraio 380 CE, imperatore Theodosius ha promulgato una legge che istituisce il cristianesimo come religione ufficiale dell'Impero Romano. Da almeno il 4 ° secolo D.C., il cristianesimo ha svolto un ruolo prominente nella formazione della civiltà occidentale.
Traduzione autorizzata dal sito: Ancient History Encyclopedia sotto licenza Creative Commons.
Storia antica