Definizione di Debito estero | Concetto, significato e che cosa è Debito estero

Significati, definizioni, concetti di uso quotidiano

Dal debĭta Latino Latino, il debito è un termine che si riferisce al requisito che una persona deve pagare, rimborsare o soddisfare rispetto ad un altro individuo. Come regola generale, il concetto è relativo al denaro.
Esterno (e), d'altra parte, è un aggettivo che indica ciò che si verificano o si verifica all'esterno o anche all'estero (in contrasto con all'interno).
Il concetto di debito è quindi legato al debito che il paese ha con le entità straniere, tra cui entrambi il debito pubblico (dovuto dallo stato) come il debito privato (contratto di individui).
Spesso, il debito estero continua con organizzazioni sovranazionali come la Banca mondiale o il FMI (fondo monetario internazionale). Se un paese (il mutuatario) ha problemi a pagare il suo debito (cioè, di restituire il denaro con gli interessi reciprocamente concordati), questa situazione rischia di avviare il suo sviluppo economico.
Una nazione decide di contrarre un debito quando lo consente di mantenere le proprie risorse o ricevere risorse provenienti dall'estero per rafforzare il suo sviluppo. Spesso, tuttavia, l'onere del debito e i rispettivi interessi finiscono per colpire il paese, che può avere qualche difficoltà a soddisfare i suoi pagamenti.
A volte, lo stato chiede soldi per uno scopo particolare e alla fine essere utilizzato per uno scopo molto diverso. In questo modo, contrasse un debito e non rispetti i suoi obiettivi, mentre mettendo a repentaglio il futuro del paese.
In alcuni casi, il debito diventa davvero impagabile per il paese e i creditori alla fine perdono suo (Annulla) o, almeno, di annullare l'interesse. Non dimentichiamo che i soldi dello stato destinato a pagare il debito e interesse rappresenta le risorse che sono state rimosse ad altre aree del suo bilancio (come la sanità o l'istruzione).
Pubblicato per scopi didattici