Biografia di Rodrigo de Bastidas | Marinaio e conquistador.

(Siviglia, al 1465 - Santiago de Cuba, 1527) Marinaio e spagnolo conquistador. Nel 1500, associato a Juan de la Cosa, organizzò una spedizione nel nuovo mondo. Scoprì la foce del fiume Magdalena e fondato il porto di Darien (Cartagena de Indias). Nel 1524, contando con il permesso dell'imperatore, si trasferì da Santo Domingo a Tierra Firme, dove fondò la città di Santa Marta, dove fu governatore. Dopo la rivolta dei coloni ha deciso di tornare a Santo Domingo, ma durante il suo viaggio di ritorno, una tempesta lo trascinò per l'isola di Cuba, dove perirono.
Rodrigo de Bastidas nacque a Siviglia al 1465, come dichiarato nella querela di 1509 Tapia hanno 32 o 33 anni. Addetto alla recitazione in Triana, svegliò il suo interesse indiani scoperte. 4 giugno 1500 capitolò con la corona un viaggio di scoperta e di salvataggio. Egli è associato con circa venti persone per soddisfare la 377,547 maravedís che gli costò la spedizione. E due navi noleggiate e partì da Cadice nel tardo settembre 1501.
Accompagnato dal cartografo Juan de la Cosa, Bastidas ha seguito la rotta del viaggio terzo colombiano e arrivati al litorale venezuelano; Ha girato nella zona già scoperta da Alonso de Ojeda, Juan de la Cosa e Vespucci nel 1499-1500 e quindi la penisola di la Guajira per il Cabo de la Vela. Da questo punto si continuò a ovest e divenne il discoverer della costa atlantica colombiana con esso. Passò dalla baia di Santa Marta, che ha visto per la prima volta, poi dalle bocche del fiume Magdalena, la baia di Cartagena, la bocca del Sinú e il Golfo di Urabá. Ha proseguito lungo la costa panamense di Darién, a una porta che è stata denominata il gabinetto, non molto lontano da dove fondarono Nombre de Dios.
A questo punto ha avvertito che le navi stavano per naufragata a causa di uno scherzo (un mollusco lamelibranquio i legnami di quercia di chiglie di perforazione), che ha ordinato di metta prua per l'isola di Hispaniola. Esso è approdato in Giamaica, dove le navi sono stata esaminate e continuate verso il suo obiettivo. Una tempesta gettò barche sulla costa spagnola, vicino a Cape del canonicato. C'è stato un mese di riparazione di navi e sinistra nuovamente verso Santo Domingo, ma venti lo trascinarono a Xaragua, dove naufragata. Suoi abitanti divisi in tre gruppi che hanno intrapreso il viaggio a Santo Domingo, dove finalmente arrivato con i resti del loro cammino di stivali.
Rodrigo de Bastidas tornò in Spagna nella flotta da Bobadilla. Ha navigato da Santo Domingo nel 1502 ed era fortunato a sfuggire dalla tempesta che ha spazzato via la flotta. Arrivò a Cadice nel settembre dello stesso anno. Come ricompensa per le sue scoperte, ottenne la corona un affitto sui frutti di Urabá e Cenu (Sinú).
Nella storia della colonizzazione americana conteneva un altro viaggio dubbio di bastides nel 1507 il territorio colombiano con Juan de la Cosa. Molto altro ancora è conosciuto circa la spedizione iniziata nel 1524. Il 6 novembre dello stesso anno, Bastidas capitolò la costruzione di una città e la fortezza nel continente. È stato insignito di una striscia di ottanta leghe di Costa (dal Cabo de la Vela alle bocche del Magdalena), che era di prendere cinquanta vicini, alcuni di loro sposati.
L'anno seguente noleggiato tre navi che arrivarono nella baia di Santa Marta, che aveva scoperto in precedenza. Iniziò subito la costruzione della fortezza che sarebbe la base della città di Santa Marta, il primo che è stato basato in Colombia (in precedenza si sono sventati due tentativi di colonizzazione in la Guajira, con Santa Cruz e in Urabá, con San Sebastian).
Bastidas ha intrapreso la conquista del territorio del indiani di Bonda e Bondigua, dove ha raccolto buona Stivaletto oro, ma ha avuto molte difficoltà con i suoi uomini, che odiava il lavoro manuale che imposto su di loro e le privazioni subite. A seguito di un complotto guidato dal tenente generale, Pedro de Villafuerte, diversi uomini entrati di notte a casa e ha cercato di pugnalarlo; non hanno ucciso, ma fu gravemente ferito.
Bastidas ha deciso di ripristinare a Santo Domingo e lasciato la colonia nelle mani di Rodrigo Álvarez Palomino. Non ha raggiunto la sua destinazione, tuttavia, come la nave che era andato a Santiago de Cuba a causa dei venti. Quivi morì nel 1527. A Santa Marta, che continuò a prosperare, Alvarez Palomino illuminato tentato omicidio Bastidas e li mandò a Santo Domingo, dove sono stati eseguiti.
Pubblicato per scopi didattici autorizzati da: Biografías y Vidas
Biografie di personaggi famosi e storici