Passa ai contenuti principali

Biografia di Ippocrate di Cos | Medico greco.

(Detto il grande; Isola di Cos, Grecia attuale, 460 BC-Larisa, ID., 370 A.C.) Medico greco. Secondo la tradizione, Ippocrate discende da una stirpe di maghi dall'isola di Cos e direttamente è stata collegata con Asclepio, il Dio greco della medicina. Contemporaneo di Socrate e Platone, questo cita più volte nelle sue opere. A quanto pare, durante la sua giovinezza, Hippocrates ha visitato l'Egitto, dove conobbe il lavoro di medico che la tradizione attribuisce a Imhotep.
Ma senza una base, è considerato a Ippocrate, autore di una sorta di enciclopedia dell'antichità che consiste di diverse decine di libri (tra 60 e 70). Nei suoi testi, che sono generalmente accettati come appartenenti alla loro scuola, difende il concetto di malattia come il risultato di uno squilibrio tra i cosiddetti umori liquidi del corpo, cioè sangue, flemma e giallo bile o rabbia e bile nera o malinconia, teoria che più tardi si svilupperebbe Galen e la medicina che avrebbe dominato fino all'Illuminismo.

Ippocrate
Per lottare contro queste condizioni, il corpus Hippocraticum utilizza un bisturi o un cauterio, propone l'uso di piante medicinali e consigliato aria pulita e una dieta sana ed equilibrata. In considerazione i contributi della medicina ippocratica il corpo nel suo complesso, l'accento sulla realizzazione di osservazioni dettagliate dei sintomi e prendendo in considerazione la storia clinica dei pazienti.
Nel campo dell'etica della professione medica è accreditato con il famoso giuramento che porta il suo nome, che più tardi diventerà una dichiarazione etica tradizionale nella pratica medica, che obbliga chi pronunci, tra le altre cose, in "case per il solo scopo di prendersi cura e curare i malati», «evitare il sospetto di aver abusato della fiducia dei pazienti in particolare delle donne» e «manteniamo il segreto di ciò che crea che dovrà rimanere riservato».
Anche se inizialmente attribuita interamente a Ippocrate, la cosiddetta raccolta di Ippocrate è in realtà un insieme di tematiche scritti medici che presentano tendenze differenti, che in alcuni casi anche maggio si oppongono vicenda. Queste scritture data, generalmente, del periodo tra il 450 e il 350 A.C. e sono la fonte principale attraverso cui è possibile oggi per avere un'idea delle pratiche e concetti medici prima del periodo Alessandrino.
In questa collezione, il cosiddetta «vecchia medicina» è uno dei più antichi e famosi trattati e suggerisce l'autore, tra le altre proposte, indagare l'origine dell'arte praticata, origine, che è nel desiderio di offrire l'essere umano un regime di vita e, in particolare, una forma di cibo che si adatta alle loro esigenze più immediate in modo completamente razionale. Per questo motivo, è considerato per esempio imparare la corretta cottura dei cibi come prima manifestazione della ricerca di una vita migliore.
D'altra parte, i testi della collezione ippocratica mostrano senza dubbio che la pratica di osservazione precisa di tutta la medicina greca non era una conquista del periodo classico, ma piuttosto ha costituito una tradizione ben radicata nel passato e che nella metà del v secolo avevano già raggiunto un notevole livello di sviluppo.
Pubblicato per scopi didattici autorizzati da: Biografías y Vidas
Biografie di personaggi famosi e storici

I messaggi più visti

Tutte le favole di Esopo con lezioni e morale

Tutte le favole di Esopo con lezioni e morale - 393 favole Autore: Esopo


INDICE DI TUTTE LE FAVOLE:
01. Aquila, Raven e il pastore.
02. L'Aquila, la lepre e lo scarabeo.
03. taglio ala dell'Aquila e la volpe.
04. L'Aquila e la volpe.
05. L'Aquila e la freccia.
06. L'Aquila e i Galli.
07. le volpi sulle rive del fiume Meandro.
08. la volpe che è stata riempita il suo grembo.
09. la volpe e il biancospino
10. la volpe e il taglialegna.
11. la volpe e il serpente.
12. la volpe e i grappoli di uva.
13. la volpe e il coccodrillo.
14. la volpe e la Pantera.
15. la volpe e la scimmia incoronato re
16. la volpe e il cane.
17. la volpe e la scimmia discusso circa la sua nobiltà.
18. la volpe e il caprone nel pozzo.
19. la volpe con la coda tagliata.
20. la volpe che non aveva mai visto un leone.
21. la volpe e la maschera vuota.
22. la volpe e il labrador maschio.
23. la volpe e il granchio di mare.
24. la volpe e il corvo affamato.
25. la volpe e il corvo grida.
26. le vol…

10 più famosi templi greci

La più importante e diffusa costruzione tipo nell'antica Grecia era il tempio. I primi templi di pietra è apparso qualche volta durante l'inizio del VI secolo A.C. e cominciarono ad apparire in gran numero nel prossimo secolo. Lo scopo di un tempio greco era solito per ospitare una statua di culto o emblema. Religione non ha bisogno di persone raccogliere all'interno del tempio al culto, e loro templi furono principalmente monumenti agli dèi. La caratteristica più riconoscibile del tempio greco sono le colonne massicce. I greci usati tre tipi di colonne: il dorico, ionico e corinzio ordine.
Una panoramica dei più famosi templi greci trovati intorno al Mediterraneo.
10. tempio di Olympian Zeus
Flickr /caribb
Anche se solo alcune colonne rimangono del tempio di Zeus di Olimpia ad Atene non ci vuole molta immaginazione per capire che questo era un gigantesco tempio. La costruzione iniziò nel VI secolo A.C. durante il dominio dei tiranni ateniesi, che prevedeva la…

Chi erano gli Unni | Origine e storia.

Definizione: Chi eranogli Unni di Joshua J. Mark

Gli Unni erano una tribù nomade di cui l'origine è sconosciuta, ma, molto probabilmente, sono venuti da "da qualche parte tra il bordo orientale dei monti Altai" e il Mar Caspio, all'incirca moderno Kazakhstan (Kelly, 45). In primo luogo sono menzionati nelle fonti romane dallo storico Tacito nel 91 D.C. come vivente nella regione intorno al Mar Caspio e, in questo momento, non vengono citati come più di una minaccia a Roma rispetto a qualsiasi altra tribù barbariche. Nel tempo, questo avrebbe cambiato come Unni divennero uno dei principali contributori alla caduta dell'Impero romano, come loro invasioni delle regioni dell'Impero, che erano particolarmente brutale, incoraggiarono quello che è conosciuto come la grande migrazione (noto anche come il "vagare delle Nazioni) tra circa 376-476 CE. Questa migrazione di popoli, come l'Alani, Goti e Vandali, interrotto lo status quo della societ…