domenica, aprile 19, 2015

Chi era: Assurnasirpal II | Sua Origine e storia.

ADS

di Joshua J. Mark
clip_image018
Assurnasirpal II (regnò 884-859 A.C.) fu il terzo re del Impero Neo-assiro. Suo padre era Tukulti-Ninurta II (regnò (891-884 A.C.) cui militare campagne in tutta la regione fornito suo figlio con un consistente Impero e le risorse per dotare di un formidabile esercito. Assurnasirpal II è conosciuto per le sue conquiste militari senza scrupoli e il consolidamento dell'Impero assiro, ma è probabilmente più famoso per il suo grande palazzo a Kalhu (noto anche come Caleh e Nimrud nel moderno-giorno Irak), i cui rilievi parete raffigurante i suoi successi militari (e molte vittime) sono esposti in musei di tutto il mondo nel giorno moderno. Oltre il palazzo stesso, egli è anche noto per il lancio di una delle parti più impressionante nella storia ad inaugurare la sua nuova città di Kalhu: ha ospitato oltre 69.000 persone durante un festival di dieci giorni. Il menu per questo partito sopravvive ancora al giorno d'oggi. Egli regnò per 25 anni e venne succeduto dal figlio Salmanassar III, che regnò dal 859-824 A.C..

Prima parte del Regno & campagne militari

Nonno di Ashurnasirpal II era Adad-Nirari II (regnò dal 912-891 A.C.), generalmente considerato il primo re dell'Impero Neo-assiro, che ha avviato la rivitalizzazione del governo e militari. Sua abilità diplomatica, soprattutto il suo trattato con Babilonia, garantita la stabilità dell'Impero, mentre le sue conquiste militari arricchito il tesoro e ampliato i confini dell'Impero. Suo figlio ha continuato le sue politiche in modo che, al momento di che Assurnasirpal II salì al trono, che aveva a sua disposizione una forza di combattimento ben attrezzata e notevoli risorse. Ha messo entrambi questi utilizzare quasi subito. Non era tanto interessato nell'espansione dell'Impero come nel proteggerla contro l'invasione da senza o ribellione da dentro. Inoltre è stato richiesto, come un re assiro, per combattere le forze del caos e mantenere l'ordine. Scrive lo storico Marc Van De Mieroop, "il re, come rappresentante del dio Assur, rappresentato ordine. Ovunque si trovasse nel controllo, non c'era pace, tranquillità e giustizia, e dove ha governato non c'era caos. Dovere del re di portare ordine nel mondo intero era la giustificazione per l'espansione militare"(260). Mentre Assurnasirpal può non avere considerato espansione una priorità, ha certamente preso ordine nel suo regno molto seriamente e non tollerano insubordinazioni o rivolta.
La comprensione del popolo del vicino Oriente, a quel tempo, Assurnasirpal II era davvero "il re del mondo".
Sua prima campagna fu nel 883 A.C. e la città di Suru per sedare una rivolta ci. Egli marciò poi a nord dove ha messo giù altre ribellioni che erano scoppiata quando egli salì al trono. Egli non era interessato ad avere spendere più tempo e risorse su future ribellioni e così ha fatto un esempio dei ribelli nella città di Tela. Nelle sue iscrizioni egli scrive:
Costruito un pilastro di fronte la porta della città e scorticato tutti i capi che si erano ribellato e ho coperto il pilastro con le loro pelli. Alcuni impalato sul pilastro su pali e gli altri che legato ai pali rotondi del pilastro. Ho tagliato le membra fuori gli ufficiali che si erano ribellati. Molti prigionieri ho bruciato con il fuoco e molti che ho preso come prigionieri vivi. Da alcuni che tagliato fuori il naso, le orecchie e le dita, di molti ho messo fuori i loro occhi. Ho fatto un pilastro del vivente e un'altra delle teste e limito loro teste a tronchi d'albero tutt'attorno la città. Loro giovani e fanciulle che consumato con il fuoco. Il resto dei loro guerrieri consumato con sete nel deserto dell'Eufrate.
Questo trattamento delle città sconfitto sarebbe diventato il marchio di Assurnasirpal II e includerebbe la scuoiatura insubordinati funzionari vivi e inchiodare la loro carne alle porte della città e "disonorare fanciulle e ragazzi" delle città conquistate prima impostandole su fuoco. Con Tela distrutta, si spostò rapidamente ad altre campagne. Egli marciò verso ovest, combattendo la sua strada attraverso altri focolai ribelli e soggiogando le città che si oppose a lui. Lo storico John Boardman osserva che "un fattore principale dietro la resistenza aumentante era probabilmente il pesante tributo essatto da Assurnasirpal... si ha l'impressione che soprattutto grandi quantità di bottino fu rivendicata da questo re e quel arruolamenti [lavoro forzato] è stato imposto universalmente" (259). Assurnasirpal II condusse il suo esercito su campagne di successo attraverso il fiume Eufrate e fino al Mar Mediterraneo, dove ha lavato le sue armi come simbolo delle sue conquiste (un atto reso famoso da iscrizioni di Sargon il grande del precedente Impero accadico, dopo che aveva stabilito la sua regola). Anche se alcune fonti sostengono che ha poi conquistato il Phoenicia, sembra chiaro che entrò in relazioni diplomatiche con la regione, come ha fatto anche con il Regno di Israele. I populaces superstiti delle città e dei territori che ha conquistato erano, secondo la politica assira, trasferito in altre regioni dell'impero al fine di distribuire le competenze e il talento. Avendo compiuto ciò che ha deciso di fare campagna, egli si voltò e tornò al suo capitale di Assur. Se ci fossero eventuali ulteriori rivolte da mettere sulla sua marcia indietro, non sono registrati. È improbabile che ci sono stati ulteriori rivolte, tuttavia, come Assurnasirpal II aveva stabilito una reputazione per la crudeltà e la spietatezza che sarebbe stata scoraggiante per persino il più ardente ribelle. Lo storico che Stephen Bertman commenti su questo, scrivendo:
Assurnasirpal II ha fissato uno standard per il futuro guerriero-re di Assiria. Nelle parole di Georges Roux, egli ' possedeva all'estremo tutte le qualità e i difetti dei suoi successori, l'infaticabile, spietati Impero-costruttori: ambizione, energia, coraggio, vanità, crudeltà, magnificenza ' (Roux 1992:288). Suoi annali sono stati il più vasto di qualsiasi sovrano assiro fino a suo tempo, dettagliando il più campagne militari che ha condotto per fissare o allargare il dominio territoriale della sua nazione. Da un raid da solo ha riempito di casse del suo regno 660 libbre d'oro un'egual misura d'argento e aggiunto 460 cavalli alle sue stalle. La crudeltà sadica che ha inflitto a capi ribelli era leggendaria, scuoiatura li vivo e mostrando la loro pelle e tagliare il naso e le orecchie dei loro seguaci o la testa mozzata di montaggio su pilastri a servire come un avvertimento per gli altri (79-80).
clip_image016[1]
Testa di Assurnasirpal II
Avendo fissato il suo impero, Assurnasirpal II rivolse la sua attenzione al suo capitale presso Ashur, che ha rinnovato (come ha fatto anche con Ninive e molte altre città durante il suo regno). Ashur era tra le più ricche delle città assira ed era stata la capitale dell'Impero assiro dal Regno di Adad Nirari I (1307-1275 A.C.). Una volta egli aveva aggiunto propri ornamenti e miglioramenti alla grande città, Assurnasirpal II sentiva ora che era il momento per un cambiamento nel suo status. I residenti di Ashur erano orgogliosi della loro città e del loro prestigio come cittadini della capitale. È stato proposto da un certo numero di studiosi che Ashurnasirpal II voleva una completamente nuova città, con una popolazione di nuova, che si potrebbe chiamare proprio al fine di elevare il suo nome sopra i suoi predecessori e la regola sopra un popolo devoto a lui, piuttosto che alla loro città. Questa è solo una teoria, tuttavia, come non è chiaro cosa esattamente motivato lui a spostare la capitale da Assur. Non importa il motivo, ha scelto la città di Kalhu e ha avviato il suo progetto di costruzione ci.

Kalhu & Grand Palace

Kalhu era stato un importante centro commerciale, dal primo millennio A.C.. Era situato direttamente su una prospera rotta tra Assur e Ninive. La città era stata costruita sul luogo di una precedente comunità imprenditoriale sotto il Regno di Shalmaneser I (1274-1245 A.C.) ma era diventato fatiscente nel corso dei secoli. Assurnasirpal II ordinò i detriti rimossi dalle torri e mura fatiscenti e decretato che dovrebbe essere costruita una città completamente nuova, che contempli una residenza reale maggiore di quella di qualsiasi precedente sovrano. Iscrizioni di Ashurnasirpal II per quanto riguarda Kalhu leggere, "aveva costruito ex città di Caleh, quale Salmanassar, re d'Assiria, un principe che mi hanno preceduto, quella città era caduto in deperimento e giaceva in rovina, venne trasformato in un heap tumulo e rovina. Quella città che costruito di nuovo. Disposto frutteti rotondo su di esso, frutta e vino offerti ad Assur, mio Signore, ho scavato fino al livello dell'acqua. Costruito il muro dalla sua fondazione al suo top ho costruito e completato esso."
La nuova città di Kalhu coperti 360 ettari (890 ettari) con un muro di cinta di 4,6 (7,5 chilometri). Quando fu completato, Assurnasirpal II ri-trova una popolazione interamente nuova (16.000 persone) entro le mura della città e prese residenza nel suo nuovo palazzo. Secondo lo storico Karen Radner:
Kalhu più imponente edificio al momento di Assurnasirpal fu certamente il suo nuovo palazzo reale. A 200 metri di lunghezza (656 piedi) e 130 metri di larghezza (426 piedi), ha dominato i dintorni e la sua posizione sul tumulo cittadella ha condotto al relativo nome moderno, il Palazzo nord-ovest. È stato organizzato intorno a tre cortili, accogliere gli appartamenti di stato, l'ala amministrativa e i quartieri privati che ospitava anche le donne reali. Qui, diverse tombe sotterranee sono stati scoperti nel 1989, tra cui l'ultima dimora della regina di Ashurnasirpal Mullissu-mukannišat-Ninua, figlia di coppiere del re, uno dei più importanti funzionari a corte. Suoi beni ricche sepoltura dare una vivida impressione del lusso in cui il re e il suo entourage ha vissuto (1).
clip_image019
Re Assurnasirpal II
Nell'879 A.C., quando il Palazzo è stato completato e interamente decorato con rilievi lungo le pareti dei suoi corridoi, Assurnasirpal II invitato popolazione circostante e dignitari provenienti da altri paesi per celebrare. Il festival è durato dieci giorni e il suo record banchetto Stele che 69.574 persone hanno partecipato. Il menu da questa celebrazione incluso, ma non era limitato a, 1.000 buoi, 1.000 bovini domestici e pecore, 14.000 importati e ingrassati pecore 1.000 agnelli, 500 volatili, 500 gazzelle, 10.000 pesci, 10.000 uova, 10.000 pagnotte di pane, 10.000 misure di birra e 10.000 contenitori del vino (Bauer, 337). Quando la celebrazione è stato fatto, mandò suoi ospiti casa "in pace e gioia" dopo permettendo i dignitari visualizzare i rilievi nel suo nuovo palazzo. Sua famosa iscrizione Standard detto nuovamente dei suoi trionfi in conquista e vividamente descritto l'orribile destino di coloro che si sollevarono contro di lui. L'iscrizione anche lascia i dignitari dal suo proprio regno e gli altri, sapere precisamente che avevano a che fare con. Egli ha sostenuto i titoli di "grande re, re del mondo, il valoroso eroe che va avanti con l'aiuto di Assur; colui che non ha rivali in tutti e quattro i quarti del mondo, il pastore esaltato, il torrente potente che nessuno può resistere, colui che ha superato tutti gli uomini, la cui mano ha conquistato tutte le terre e preso tutte le gamme della montagna "(Bauer, 337). Suo impero si estendeva in tutto il territorio che oggi comprende parte della Turchia, Jordan, Siria, Iraq e Iran occidentale. Attraverso i suoi rapporti diplomatici con Babilonia e nel Levante, inoltre ha avuto accesso alle risorse della Mesopotamia meridionale e i porti della Fenicia. La comprensione del popolo del vicino Oriente, a quel tempo, era davvero "il re del mondo".

Morte & successione

Dopo un Regno di 25 anni, durante i quali ha completato una serie di progetti di costruzione significativa in tutto l'Impero, riuscì a 14 campagne militari e stabilito i depositi di cibo e acqua si riserva per il popolo, Assurnasirpal II morì. Gli succedette suo figlio Salmanassar III, che regnò dal 859 a.c. 824. Shalmaneser III ha continuato e migliorato le politiche di suo padre e ampliato l'impero attraverso i generi di campagne militari, per che i re assiri erano ormai diventato famosi. Egli è stato abilitato in questo dalla forza dell'impero che suo padre aveva fornito. Lo storico Wolfram von Soden scrive:
Il Regno di Ashurnasirpal II, contrassegnato dai progressi militari brutali ma sistematici, rappresentato l'alto punto del primo grande periodo di espansione assira. Durante il mandato di questo re, ha riassestato grandi porzioni di quei gruppi etnici ancora intenti a rimanendo autonomo, in un'applicazione d'intensificazione della politica che i re assiri avevano impiegato contro soggetti ribelle fin dal XIII secolo (56).
Shalmaneser III ereditò una più forte e più capace impero di suo padre anche aveva e costruita su successi del suo predecessore. Mentre le politiche di Ashurnasirpal II potrebbero essere stato brutale, sono stati anche efficace nel mantenere il controllo della popolazione. Attraverso le sue campagne spietate, il reinsediamento delle popolazioni e la sua amministrazione attenta, Assurnasirpal II consolidato l'entità politica che sarebbe diventato il più grande impero nel vicino Oriente antico e stabilito il suo nome tra i più memorabili re assiri.
Tradotto dal sito web: Ancient History Encyclopedia sotto Licenza Creative Commons.

Contenuto consigliato