Passa ai contenuti principali

Definizione e significato di Libertà (Concetto e Che cos'è)

Che cosa è la Libertà?

La libertà è un concetto che fa riferimento a molti aspetti della vita umana. Comunemente definito come quella facoltà naturali che ha umana di agire secondo la propria volontà. È anche possibile comprendere la libertà come lo stato in cui l'uomo non è essere schiavizzato o imprigionati da un altro. È un concetto che si riferisce a quegli aspetti legati all'indipendenza, con la licenza di fare quella cosa che si ritiene opportuno o conveniente.
Etimologicamente la parola deriva dal latino "liber", che viene interpretata come una "persona cui spirito della procreazione è attivo", questo derivato dal significato che ha l'aggiunta dell'uomo nella società per raggiungere la maturità sessuale, in modo che esso comincia ad assumere responsabilità. Mentre questi dati forniscono intuizioni riguardanti l'origine della parola, non soddisfa come spiegazione di questo importante valore umano.
Il concetto di libertà è qualcosa che ci ha fatto riflettere sui molteplici sensi, essendo uno dei temi fondamentali della filosofia per tutta l'esistenza umana. Il primo, poiché molte volte, facendo sempre quello che vogliamo che conduce noi traviato, che in ultima analisi, possiamo essere terminati da schiavizzano noi a qualcosa (non confondere libertà con licenza). Pertanto, la libertà di agire secondo la propria sarà può essere risolto per causa noi per perdere la libertà tanto desiderata. Anche per alcune correnti della filosofia, libertà è relativo all'autonomia, che è inteso come la dimensione della ragione che permette gli esseri umani a pensare gli standard dando se stesso senza che mediare qualsiasi autorità (definizione che ha spinto il filosofo Immanuel Kant), che conduce alla responsabilità personale e sociale.
Un altro dei problemi e le contraddizioni di libertà di fronte riguarda la necessità di regolamentare la vita umana nel mondo. Tutte le nazioni e associazioni formate sul pianeta hanno leggi e regole che disciplinano il comportamento umano; si potrebbe pensare che non abbiamo alcuna libertà. Ma avete ad interrogarsi sul modo in cui avrebbe acquisito la vita in società, se non ci fosse nessun standard e linee guida di condotta.
Ora vediamo citazioni e definizioni interessanti su che cosa è la libertà per filosofia:
  • René Descartes: "... modo del lavoro .consists solo in quanto, per affermare o negare, perseguire o evitare, cose la comprensione proposto da noi, così che non ci sentiamo che qualsiasi forza forza."
  • Spinoza: "... it è gratuito che esiste solo dal loro bisogno di natura e solo perche ' è determinata azione".
  • Per Aristotele, la libertà è legata alla capacità di decidere autonomamente sull'essere umano e fu legata alla moralità.
  • Secondo sant'Agostino, la libertà consiste della realizzazione effettiva del bene raggiungere la beatitudine.
  • Per Hegel, il concetto è fondamentalmente la libertà dell'idea.
  • Secondo Henri Bergson, la libertà è la capacità della coscienza disciplinata dalla loro stessa natura, indipendente delle leggi e dei fenomeni della natura.
Come è possibile Intuit, libertà è un concetto astratto di difficile definizione e che inoltre, nel tentativo di farlo, uomo è stato trovato contro molteplici paradossi. A causa di questo, che secondo la libertà personale, può essere capito solo da ciò che non è. In altre parole, è solo possibile definirlo secondo il contesto e le condizioni in cui è dato, poiché nella maggior parte dei casi, solo può essere utilizzarlo a seconda delle opzioni, sempre limitati ci ha presentati.

Traduzido per scopi educativi
Significati, definizioni, concetti di uso quotidiano

I messaggi più visti

Tutte le favole di Esopo con lezioni e morale

Tutte le favole di Esopo con lezioni e morale - 393 favole Autore: Esopo


INDICE DI TUTTE LE FAVOLE:
01. Aquila, Raven e il pastore.
02. L'Aquila, la lepre e lo scarabeo.
03. taglio ala dell'Aquila e la volpe.
04. L'Aquila e la volpe.
05. L'Aquila e la freccia.
06. L'Aquila e i Galli.
07. le volpi sulle rive del fiume Meandro.
08. la volpe che è stata riempita il suo grembo.
09. la volpe e il biancospino
10. la volpe e il taglialegna.
11. la volpe e il serpente.
12. la volpe e i grappoli di uva.
13. la volpe e il coccodrillo.
14. la volpe e la Pantera.
15. la volpe e la scimmia incoronato re
16. la volpe e il cane.
17. la volpe e la scimmia discusso circa la sua nobiltà.
18. la volpe e il caprone nel pozzo.
19. la volpe con la coda tagliata.
20. la volpe che non aveva mai visto un leone.
21. la volpe e la maschera vuota.
22. la volpe e il labrador maschio.
23. la volpe e il granchio di mare.
24. la volpe e il corvo affamato.
25. la volpe e il corvo grida.
26. le vol…

10 più famosi templi greci

La più importante e diffusa costruzione tipo nell'antica Grecia era il tempio. I primi templi di pietra è apparso qualche volta durante l'inizio del VI secolo A.C. e cominciarono ad apparire in gran numero nel prossimo secolo. Lo scopo di un tempio greco era solito per ospitare una statua di culto o emblema. Religione non ha bisogno di persone raccogliere all'interno del tempio al culto, e loro templi furono principalmente monumenti agli dèi. La caratteristica più riconoscibile del tempio greco sono le colonne massicce. I greci usati tre tipi di colonne: il dorico, ionico e corinzio ordine.
Una panoramica dei più famosi templi greci trovati intorno al Mediterraneo.
10. tempio di Olympian Zeus
Flickr /caribb
Anche se solo alcune colonne rimangono del tempio di Zeus di Olimpia ad Atene non ci vuole molta immaginazione per capire che questo era un gigantesco tempio. La costruzione iniziò nel VI secolo A.C. durante il dominio dei tiranni ateniesi, che prevedeva la…

Chi erano gli Unni | Origine e storia.

Definizione: Chi eranogli Unni di Joshua J. Mark

Gli Unni erano una tribù nomade di cui l'origine è sconosciuta, ma, molto probabilmente, sono venuti da "da qualche parte tra il bordo orientale dei monti Altai" e il Mar Caspio, all'incirca moderno Kazakhstan (Kelly, 45). In primo luogo sono menzionati nelle fonti romane dallo storico Tacito nel 91 D.C. come vivente nella regione intorno al Mar Caspio e, in questo momento, non vengono citati come più di una minaccia a Roma rispetto a qualsiasi altra tribù barbariche. Nel tempo, questo avrebbe cambiato come Unni divennero uno dei principali contributori alla caduta dell'Impero romano, come loro invasioni delle regioni dell'Impero, che erano particolarmente brutale, incoraggiarono quello che è conosciuto come la grande migrazione (noto anche come il "vagare delle Nazioni) tra circa 376-476 CE. Questa migrazione di popoli, come l'Alani, Goti e Vandali, interrotto lo status quo della societ…