Il bastone magico

Parabole e Illustrazioni per valori Istruzione

Sommario illustrazioni e Parabole

Stava giocando il piccolo Juancho in e\ molto anteriore della vostra casa quando viene passato un vecchio; elegante che cammina su una bella canna, che cadde proprio quando correva da Maia. Il bambino raccolse affrettata e restituito all'uomo che gli disse sorridendo:
-Grazie, ma non può. Posso camminare perfettamente senza di essa. Se ti piace, può tenerlo - e si allontanò a mostrare buon passo che, in realtà, non ha bisogno sua canna.
Juancho rimasto con il bastone nelle sue mani e non sapevo cosa fare. Era un ordinario, bastone di legno e maniglia. Mentre, il bambino ha cominciato a colpire l'aria con il suo bastone e, in breve i momenti, è diventato un giocatore di baseball eccezionale, per colpire l'omero più lungo della storia che stava andando a prendere la sua squadra alla vittoria finale. Quando finito di girare il campo tra gli applausi di pubblico febbrili e viene sedato il cuore dopo i saluti dei suoi compagni, Juancho era montato in canna che fu poi trasformato in un bellissimo cavallo nero con un argento nel star davanti. Montato su di esso, ha girato paesi incantevoli e salvata fanciulle bellissime che ha ringraziato con alcuni baci bagnati ed emozionato.
Il suo bastone magico tornati ad per essere un semplice pezzo di legno, ma ben presto fu una macchina da corsa, una spada, un bastone di Orchestra, due gobbe di cammello del attraversarono deserti senza fine, che è stato anche sul punto di morire sotto una terribile tempesta di sabbia.
Già si atardeció quando è tornato il vecchio elegante.
-Ti piace la bacchetta?-chiese sorridendo Juancho.
Il ragazzo pensava che stava chiedendo e allungato e completamente svuotato.
-No, si può conservare per sempre. Cosa devo fare con una canna? Si può volare con esso, solo non riesco a sostenermi.
Diventare un insegnante è quello di offrire pali i bambini affinché essi possono volare con la loro fantasia, attraversare i sentieri dell'immaginazione, visitare stelle e paesi felice, parlando con farfalle e ghiandaie, scoprire orizzonti insospettati e appoggiare sul petto della luna.
Noi stimolare negli studenti la capacità di credere e di creare così mai fermata catture nei fanghi striscianti, senza anima, materialismo che ci domina e stringe, che non facci sognare.
Articolo tradotto per scopi didattici